Post

La nuova legge sul libro tra dubbi, angosce e perplessità

Approvato dal Senato il 5 febbraio, dopo il passaggio positivo alla Camera del 16 luglio, il disegno di legge n. 1421 per la promozione e il sostegno della letturaintroduce alcune novità: il rilascio di una Carta della cultura, l’aumento del credito d’imposta per le librerie, lo stanziamento di fondi per la formazione del personale delle biblioteche scolastiche, l’istituzione di una Capitale italiana del libro e di un Albo delle librerie di qualità. Soprattutto, interviene in modo determinante sulle politiche di sconto applicabili al prezzo di copertina.

Per capire come cambierà il mondo dei libri, proviamo a entrare nel dettaglio del testo approvato.
La premessa, nell’articolo 1, è che: «La Repubblica [...] favorisce e sostiene la lettura quale mezzo per lo sviluppo della conoscenza, la diffusione della cultura, la promozione del progresso civile, sociale ed economico della Nazione, la formazione e il benessere dei cittadini».

L’articolo 2 elenca le finalità del Piano nazionale d’az…

Scrivere un perfetto racconto di Natale

Genesi di un romanzo dell’orrore: Shirley Jackson e L’incubo di Hill House

Il futuro è un libro di fantascienza

Il desiderio di scrivere di tutti. Su Fedeltà di Marco Missiroli

Bandersnatch di Black Mirror: una recensione interattiva

William S. Burroughs e la tecnica del cut-up