Post

Il futuro è un libro di fantascienza

La notizia è di qualche settimana fa: gli scrittori di fantascienza decideranno il futuro della Francia. La defense innovation agency, che fa capo all’esercito francese, formerà una red team di 4-5 persone, scelte tra scrittori di sci-fi e futurologi; il lavoro della squadra consisterà nel concepire ipotesi sul mondo di domani, al fine di tutelare gli interessi del paese.

L’iniziativa non deve suonare troppo strana, dato che non è la prima volta che si allude alle doti precognitive degli scrittori di fantascienza. La tesi si è consolidata nel tempo, a seguito di alcune previsioni andate a buon fine.
A Jules Vernes va il merito di aver anticipato lo sbarco sulla Luna, in un libro del 1865 che s’intitola, appunto, Dalla terra alla luna. Nel 1969, Neil Armstrong realizza il sogno di Vernes e passeggia sul suolo lunare, a compimento di una missione partita il 16 luglio da Cape Canaveral, in Florida.
In La liberazione del mondo, un romanzo del 1914, H. G. Wells fa riferimento a una bomba …

Il desiderio di scrivere di tutti. Su Fedeltà di Marco Missiroli

Bandersnatch di Black Mirror: una recensione interattiva

William S. Burroughs e la tecnica del cut-up

Beat come Beat Generation. Il racconto di Allen Ginsberg

Quando la scrittura diventa intellettuale

Il metodo Lish: un racconto di Carver prima e dopo la cura