Spoon River - Dottor Siegfried Iseman / Un medico

Pivano: "Anche per il gruppo della scienza hai trovato un'alternativa, vero? Bentivoglio mi diceva che per rappresentare il tema della scienza hai scelto il medico che ha cercato di curare i malati gratis ma non c'è riuscito perché il sistema non glielo ha permesso, il chimico che per paura si rifugia nella legge e nell'ordine come fatto repressivo e l'ottico che vorrebbe trasformare la realtà in luce e nel quale hai visto una specie di spacciatore di hashish, una specie di Timothy Leary, di Aldous Huxley. In che modo il suonatore di violino è un'alternativa?". 
De André: "Il suonatore di violino (che è diventato per ragioni metriche di flauto) è uno che i problemi esistenziali se li risolve, e se li risolve perché, ancora, è disponibile. È disponibile perché il suo clima non è quello del tentativo di arricchirsi ma del tentativo di fare quello che gli piace: è uno che sceglie sempre il gioco, e per questo muore senza rimpianti. Non ti pare perché ha fatto una scelta? La scelta di non seppellire la libertà?".

Dr Siegfried IsemanE. L. Masters

Dissi, quando mi consegnarono il diploma,
dissi a me stesso che sarei stato buono 
e saggio e coraggioso e caritatevole col prossimo;
dissi che avrei trasportato il Credo cristiano
nella pratica della medicina!
Ma, non so come, il mondo e gli altri dottori
subodorarono ciò che si ha in cuore non appena si prende
questa magnanima risoluzione.
E il sistema è pigliarvi per fame.
Da voi non verranno che i poveri.
Voi vi accorgerete troppo tardi che fare il dottore
non è che un modo di guadagnarsi la vita.
E quando siete povero e dovete reggere
il Credo cristiano e la moglie e i figli
 tutto sulla vostra schiena è troppo!
Ecco perché fabbricai l'Elisir di Giovinezza,
che mi portò alla prigione di Peoria
bollato come truffatore e imbroglione 
dall'integerrimo Giudice federale!




Il dottor Iseman è un uomo di scienza, il primo personaggio che non si lascia sopraffare dall'invidia. Siegfried è colmo di buone intenzioni quando decide di diventare medico: dedicherà il suo sapere a tutte le persone che ne avranno bisogno, a prescindere dalle loro capacità economiche. Svolgerà la sua attività: "Non per un Dio, ma nemmeno per gioco". Sarà una missione più che un impegno, affinché "i ciliegi tornassero in fiore". Ma il sistema schernisce i suoi ideali. La moglie, i figli, i colleghi: nessuno si sforza di comprendere le ragioni di quel comportamento. "Se non vuoi che il sistema ti pigli per fame" non puoi continuare a regalare il tuo mestiere. Il dottor Iseman, saturo di giudizi e canzonature, rinnega ogni principio di altruismo e inventa una pozione di giovinezza da vendere ai suoi pazienti per guadagnarsi il pane. La società lo punisce ancora e il medico, "bollato per sempre truffatore e imbroglione" verrà rinchiuso in prigione. Oltre al danno la beffa, e una colpa soltanto: quella di aver concesso in prestito la propria onestà.



***
E. L. Masters, 1915. 

Non al denaro, non all'amore né al cielo
Fabrizio De André e Giuseppe Bentivoglio, 1971.

Commenti