Un caffè con: Kobayashi Issa

Un caffè tra i fiori di ciliegio, oggi. L'haiku (俳句, /haikɯ/) è un componimento poetico nato in Giappone, composto da tre versi di diciassette sillabe complessive. Strettamente collegato alla ricerca dell'essenzialità della parola, l'haiku riprende alcune ideologie della filosofia Zen relative all'abbandono del superfluo a vantaggio della sostanza. Una poesia semplice, senza alcun titolo, priva di qualsivoglia fronzolo lessicale; richiede una capacità di sintesi estrema. In ogni haiku è presente un kigo, ossia un riferimento stagionale che identifica il momento dell'anno nel quale i versi vengono formulati; il kigo è considerato l'elemento principale del componimento. Tra i maggiori haijin che hanno utilizzato questa particolare forma poetica il mio preferito è Kobayashi Nobuyuki, più comunemente noto come Kobayashi Issa.

Kobayashi-Issa
(15 giugno 1763 – 5 gennaio 1828)

Di seguito, due tra i più belli haiku del poeta.

In questo mondo
contempliamo i fiori;
sotto, l'inferno.

***

C'ero soltanto.
C'ero. Intorno
mi cadeva la neve.



Commenti

  1. Essenzialità della parola:
    Di fronte alla morte non ci sarà disastro.
    SUN TZU - L'Arte della guerra

    RispondiElimina
  2. Il primo è fulminante. Lo amo. Essenziale, ma densissimo.
    Ho sempre ammirato la capacità di scrivere haiku: una parola, un concetto forte, importante.
    Io sono l'opposto; per questo, chi usa le parole con questa magia, ottiene tutta la mia immensa ammirazione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ero sicura che avresti apprezzato altrimenti non mi sarei permessa di indirizzarti qui! ;)

      Elimina

Posta un commento